Seismic Bat, simulazione straripamento bacini ed ex Saibi

AVM presente con volontari Protezione Civile e ambulanza

Seismic Bat, simulazione straripamento bacini ed ex Saibi

I mezzi di soccorso erano tutti schierati. Lo scenario immaginato è stato lo straripamento dei bacini del sale e di una crepa all’involucro di cemento che racchiude il meteriale chimico trovato nel sottosuolo dell’ex Saibi. Si chiama Seismic Bat 2017 ed è la più grande esercitazione antisismica a livello regionale. Il campo base è stato attrezzato a Minervino dalla Protezione Civile, dove è stato ricreato un vero scenario catastrofico. Il COM, centro operativo misto, di riferimento per Margherita di Savoia era San Ferdinando di Puglia dove è stato preparato lo schema di un campo di accoglienza con tanto di tenda. Il COC salinaro, centro operativo comunale, allestito presso il comando della Polizia Municipale ha immaginato che una scossa avesse causato la rottura degli argini dei bacini con lo sversamento dell’acqua sulla SP5. Il danno si è ripercosso, sempre idealmente, sulla collinetta dell’ex Saibi con la lesione dell’involucro sotterraneo e la conseguente esaltazione del materiale chimico incapsulato all’interno.

In prima linea c’erano i volontari della Protezione Civile dell’AVM, Associazione Volontari Margheritani Soccorritori, con l’ambulanza attrezzata di tutto l’occorrente per il soccorso. Con loro sono intervenuti i Vigili del Fuoco. Il punto d’incontro era il Palazzo di Città in via Duca degli Abruzzi, poi si sono recati sulla strada interna della Salina, dove sorge la collinetta in questione. I soccorritori hanno simulato l’intervento sul posto con tanto di consigli dispensati su come intervenire in questi casi in cui, oltre ai disagi strutturali provocati da un terremoto, c’è l’esaltazione di sostanze dannose alla salute. «Coi volontari – ha affermato il presidente dell’AVM, Francesco Palumbo – abbiamo partecipato alla grande esercitazione antisismica sul territorio della provincia di Barletta-Andria-Trani. Un appuntamento importante che serve a testare la macchina dei soccorsi in caso di catastrofi».