Monsignor Leonardo D’Ascenzo è il nuovo vescovo di Trani

L’ufficialità a mezzogiorno dal rettore della diocesi Mons. Pavone

Le campane della Cattedrale hanno suonato a festa: Monsignor Leonardo D’Ascenzo è il nuovo vescovo della diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie. La sua nomina è stata appena ufficializzata nell’assemblea del clero convocata per l’occasione a Trani da Monsignor Giuseppe Pavone, amministratore della diocesi. Succederà al vescovo Giovanni Battista Pichierri stroncato da un malore la mattina dello scorso 26 luglio, mentre era nella sua abitazione all’interno dell’Episcopio. Secondo quanto previsto dal Codice di Diritto Canonico nei prossimi due mesi si provvederà all’ordinazione episcopale di D’Ascenzo per mano di Papa Francesco, luogo e data sono ancora da stabilire, e al suo successivo ingresso in diocesi. Per lui, infatti, questa è la prima esperienza da vescovo. Originario della diocesi suburbicaria di Velletri-Segni, è nato il 31 agosto del 1961 a Valmontone, vicino Roma, ed è stato ordinato presbitero il 5 luglio del 1986 a Velletri. Come titoli di studio ha conseguito il Dottorato in Teologia Spirituale, il Magistero in Scienze della Formazione e la Licenza in Teologia Dogmatica.

Ha speso il suo ministero dedicandosi principalmente alle vocazioni. Infatti come ultimo incarico diocesano ha rivestito il ruolo di rettore del Pontificio Collegio Leoniano di Anagni, cioè il seminario regionale della diocesi del Lazio-sud e delle diocesi suburbicarie. Non a caso la data di nomina a vescovo di Trani coincide con la festività religiosa di San Carlo Borromeo, il santo che la chiesa celebra come patrono dei seminari. Fra le sue mansioni ricoperte a Velletri spiccano il ruolo di Vicedirettore del Centro Nazionale Vocazioni, Responsabile dell’anno propedeutico al Pontificio Collegio Leoniano di Anagni dove ha anche insegnato presso l’istituto teologico, Co-direttore del Centro Diocesano Vocazioni e Assistente Ecclesiastico settore Acr Giovani e Adulti.