Ambiente, Pd: «Aliquota ecotassa al massimo»

La segreteria: «Regalo di Natale da Sindaco e Assessore»

Arriva un bel regalo di Natale ai salinari da parte del sindaco Paolo Marrano e dell’assessore all’ambiente Carlo Ronzino. Con determina della Regione Puglia n. 251 del 30 ottobre 2017 si è proceduto alla validazione delle percentuali di raccolta differenziata dei Comuni per la determinazione del tributo speciale del conferimento in discarica dei rifiuti, oltre alla contestuale assegnazione a ciascun Comune della provincia Barletta- Andria- Trani dell’aliquota 2018.

Il comune di Margherita di Savoia pagherà l’aliquota più elevata dell’intera provincia, il massimo dell’aliquota sull‘ecotassa per i rifiuti, ovvero 25,82 euro per tonnellata smaltita in discarica, un aggravio enorme per i già tartassati abitanti di Salinari. L’amministrazione Marrano non è riuscita a raggiungere un obiettivo previsto per legge, che non è stato raggiunto nonostante quasi 5 anni di amministrazione.

Per il Comune di Margherita di Savoia non c’è alcuna elevata qualità della frazione organica raccolta in maniera separata; manca una elevata qualità di raccolta degli imballaggi, attraverso sistemi di raccolta monomateriale; è completamente assente la possibilità di una elevata qualità del sistema di monitoraggio e controllo della raccolta anche mediante sistemi informativi territoriali. Per non parlare del mancato raggiungimento del 65% di raccolta differenziata che per legge doveva avvenire a dicembre del 2012.

Ad oggi nonostante le sollecitazioni dell’Osservatorio regionale sulla gestione dei rifiuti pugliese non risulta inviata nessuna documentazione e certificazione richiesta, tale inefficienza ha determinato una costante emergenza ambientale e sociale oltre che un aggravio di tasse a carico del cittadino. Ci ritroviamo in una situazione di illegalità diffusa dovuta al comportamento degli amministratori locali e purtroppo i Salinari dovranno sobbarcarsi adesso l’onere di questa inefficienza.

Una Vergogna.

Partito Democratico
Margherita di Savoia