“100 giorni di Amministrazione”: conferenza a Palazzo di Città l’11 ottobre

“100 giorni di Amministrazione”: conferenza a Palazzo di Città l’11 ottobre

Alle ore 18 presso l’Aula Consiliare

Giovedì 11 ottobre con inizio alle ore 18.00, presso l’Aula Consiliare del Comune di Margherita di Savoia, si terrà la conferenza stampa dal titolo “100 giorni di amministrazione: le prime promesse mantenute” con cui l’Amministrazione Comunale di Margherita di Savoia ed il Sindaco avv. Bernardo Lodispoto illustreranno i risultati ottenuti in questa prima fase di operatività dopo il successo elettorale in occasione delle amministrative dello scorso 10 giugno.

Parteciperanno all’incontro, aperto a tutta alla cittadinanza oltre che agli organi di stampa, tutti i consiglieri comunali di maggioranza che hanno condiviso con il sindaco Lodispoto il percorso dell’azione amministrativa in questi primi mesi di mandato.

«Sarà l’occasione per fare il punto, assieme ai cittadini, di quello che abbiamo fatto finora e di quello che intendiamo ancora fare», dichiara il Sindaco di Margherita di Savoia Bernardo Lodispoto. «Partiremo dalla descrizione di ciò che abbiamo trovato all’indomani del nostro insediamento e di come ci siamo mossi per affrontare e risolvere i numerosi problemi, a partire dall’emergenza rifiuti che abbiamo dovuto fronteggiare sin dai primissimi giorni e proprio alle soglie della stagione turistica. Spiegheremo nel dettaglio il percorso che ci ha portato all’uscita dal Consorzio SIA, all’affidamento del servizio alla ditta Sangalli G. & C. e che ha permesso non solo di migliorare il servizio e salvaguardare tutti i lavoratori presenti nel cantiere di Margherita di Savoia ma di incrementarne il numero con altre due unità. Parleremo di come, nonostante il pochissimo tempo a disposizione, abbiamo allestito un cartellone di eventi estivi più che dignitoso, con l’impegno di fare ancora meglio per l’Estate Margheritana 2019. Illustreremo gli interventi compiuti in materia di edilizia scolastica, le iniziative per il rilancio della cultura e la valorizzazione delle tradizioni locali, la ridefinizione della struttura organizzativa dell’Ente, l’avvio delle procedure per creare nuova occupazione ed altre misure tese a migliorare la qualità della vita nel nostro paese come la ricollocazione dell’area mercatale nella sua sede precedente in attesa di procedere ad una nuova e definitiva sistemazione. Ma soprattutto sarà l’occasione per parlare di ciò che ancora intendiamo fare nell’interesse del nostro paese: la fase dell’emergenza è ormai alle spalle e possiamo cominciare a programmare il futuro della nostra comunità in maniera più serena e con la collaborazione da parte di tutti».