Assegnazione alloggi ERP: tavolo di concertazione tra Comune e sindacati

Assegnazione alloggi ERP: tavolo di concertazione tra Comune e sindacati

La Commissione che esaminerà le domande non sarà di Margherita

Nella mattinata di venerdì 26 ottobre si è tenuto presso l’Ufficio del Sindaco, avv. Bernardo Lodispoto, un tavolo di concertazione tra il Comune di Margherita di Savoia e le Organizzazioni Sindacali in vista del bando di concorso indetto ai sensi della Legge Regionale n. 10/2014 per la formazione della graduatoria finalizzata all’assegnazione di 9 alloggi di edilizia residenziale pubblica nel Comune salinaro. Sono state invitate tutte le organizzazioni sindacali ed i patronati presenti sul territorio ed erano presenti i sigg. Francesca Pestillo in rappresentanza della CGIL, Mattia Ivana Ricci della CISL e Salvatore Daloiso della UIL. Il Comune di Margherita di Savoia, oltre che dal sindaco Lodispoto, era rappresentato dal consigliere comunale con delega ai servizi sociali Ada Patella, dalla responsabile dei servizi sociali del Comune Chiara Giannino e dall’istruttore amministrativo Bartolomeo Santobuono in veste di segretario verbalizzante.

Il sindaco ha informato i rappresentanti delle sigle sindacali che è stato approntato lo schema del bando di concorso per la formazione della graduatoria, nel quale è esplicitata tutta la documentazione necessaria a termini di legge: l’incontro, come è stato spiegato, è propedeutico alla pubblicazione dell’atto e all’avvio del procedimento.

Il sindaco ha inoltre informato che sarà predisposto in Comune uno sportello front office, aperto tre giorni a settimana, per la presentazione delle domande e per aiutare i richiedenti nella compilazione: è stata sollecitata la massima diligenza anche da parte delle organizzazioni sindacali in considerazione della delicatezza del passaggio rappresentato dalla presentazione delle domande di ammissione alla graduatoria, che sarà valida per 4 anni. L’amministrazione comunale ha deciso che la presentazione della domanda non sarà soggetta ad alcun onere economico a carico dei richiedenti.

La pubblicazione del bando avverrà entro la prima settimana di novembre e ne sarà data ampia visibilità attraverso la pubblicazione sui quotidiani e sul sito istituzionale del Comune di Margherita di Savoia nonché attraverso l’affissione di manifesti. Il verbale del tavolo di concertazione è stato sottoscritto all’unanimità dai presenti.

«Con l’avvio di questo procedimento – ha commentato il Sindaco Bernardo Lodispoto – abbiamo impresso un’accelerazione per sanare una situazione che ha creato forti tensioni sociali in paese. Voglio precisare che, al fine di garantire la massima trasparenza di ogni fase del procedimento, i componenti della Commissione che andrà ad esaminare le domande e a redigere la graduatoria non saranno di Margherita di Savoia proprio allo scopo di sgombrare il campo da qualsiasi strumentalizzazione: le procedure seguiranno pedissequamente quanto stabilito dalla Legge Regionale n. 10/2014. Va inoltre detto che il Comune di Margherita di Savoia si è attivato per trasferire all’ARCA Capitanata un’area in diritto di superficie a titolo gratuito per la realizzazione di 30 nuovi alloggi, stante la situazione di grave emergenza abitativa sul territorio. A seguito della nostra richiesta in tal senso, lunedì 29 ottobre incontrerò l’assessore regionale alle politiche abitative Alfonsino Pisicchio per fare il punto della situazione nel nostro territorio. Con questo procedimento stiamo cercando di risolvere un problema che abbiamo ereditato a seguito delle scelte sbagliate di chi ci ha preceduto: mi riferisco in particolare alla ordinanza n. 11 dell’8 febbraio 2017, con cui veniva disposta la requisizione degli alloggi rivenienti dall’ex fallimento Sicel che ospitavano 21 nuclei familiari, e che è stata revocata con sentenza del Tar Puglia n. 859 del 16 maggio scorso per mancanza dei presupposti di urgenza e necessità. Una situazione che, oltre a generare una fortissima tensione sociale, comporterà numerose richieste di risarcimento danni a carico del Comune».