È in gravi condizioni Giuseppe Sciotti, dopo l’agguato di mercoledì scorso

Continuano le indagini dei Carabinieri che hanno ascoltato amici e parenti della vittima

Restano gravi le condizioni del 41enne Giuseppe Sciotti, l’uomo rimasto vittima di un agguato, mercoledì sera, nel centro del quartiere Isola Verde, a Margherita di Savoia. La vittima è tuttora ricoverata nel reparto di Rianimazione del reparto “Dimiccoli” di Barletta, con ferite di arma da fuoco in diverse parti del corpo. Almeno cinque i proiettili esplosi, presumibilmente con una pistola di grosso calibro. In base alla ricostruzione fatta dai Carabinieri l’agguato è avvenuto intorno alle 18.30: l’uomo stava rientrando a casa quando è stato avvicinato da uno sconosciuto che, senza proferire parola, ha esploso diversi colpi verso di lui. Sanguinante ma ancora vivo, Sciotti (privo di sensi) è stato caricato su un’auto e trasportato a bordo di un suv sino a Barletta, dove è stato poi abbandonato davanti all’ingresso del Pronto Soccorso dell’ospedale. Non è ancora chiaro, al momento, se da un passante o dalla stessa persona che gli ha sparato. Alla luce delle gravi ferite riportate, l’uomo è stato condotto d’urgenza in sala operatoria, dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per estrarre i proiettili dal suo corpo. Poi è stato trasferito nel reparto Rianimazione della stessa struttura, dove è tuttora ricoverato.

Sull’episodio stanno cercando di far luce i Carabinieri della Stazione di Margherita di Savoia, alla ricerca di elementi utili per risalire al responsabile. Ascoltati alcuni amici e parenti della vittima ed eseguiti esami stub ad alcuni pregiudicati del posto, per trovare eventuali tracce di polvere da sparo.  Una grossa aiuto per le indagini potrebbe arrivare dalle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza installate nei pressi del luogo dell’agguato. Per questo i militari stanno verificando la presenza di impianti in tutta la zona.