Convocato il Consiglio Comunale il 27 novembre in seduta straordinaria

Convocato il Consiglio Comunale il 27 novembre in seduta straordinaria

Prima ci sarà la cerimonia della concessione della cittadinanza a 22 minori stranieri

Si informa che martedì 27 novembre 2018 alle ore 16.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Margherita di Savoia, il Consiglio Comunale si riunirà in sessione straordinaria, in prima ed unica convocazione, per la trattazione del seguente ordine del giorno:

  1. Comunicazioni del Sindaco;
  2. Approvazione bilancio consolidato 2017;
  3. Regolamento edilizio. Adozione;
  4. Programma diritto allo studio anno 2019. Approvazione;
  5. Regolamento del Corpo di Polizia Locale. Adozione;
  6. Regolamento Comunale del Cerimoniale. Adozione;
  7. Affidamento in concessione dell’attività di gestione ordinaria dell’imposta comunale sulla pubblicità, dei diritti sulle pubbliche affissioni, del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e della tassa rifiuti giornaliera. Atto di indirizzo.

La seduta sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune di Margherita di Savoia.

La riunione del Consiglio Comunale sarà preceduta da una breve cerimonia per la concessione della cittadinanza onoraria a 22 minori di origine straniera, nati in Italia e residenti a Margherita di Savoia, in base al principio giuridico dello Ius Soli.

«Il nostro – spiega il Sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto – vuole essere un gesto simbolico, che rientra nel quadro delle iniziative previste per la Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, col quale intendiamo sollecitare una soluzione che vada a colmare la vacatio legis che si registra sul tema a livello nazionale ma soprattutto ribadire che a Margherita di Savoia nessuno è straniero! Negli scorsi anni il nostro Comune si era dotato a livello normativo di una delibera di Consiglio Comunale in tal senso ma questa è la prima volta che tale delibera viene attuata. Per l’occasione abbiamo provveduto ad invitare le scuole del territorio cittadino poiché si tratta di un gesto che vuole anzitutto testimoniare il senso di accoglienza e di solidarietà nei confronti dei bambini: auspico una forte attenzione mediatica sull’evento perché può essere l’occasione per rilanciare la discussione sulla lotta alla xenofobia e al razzismo».