Margherita al centro di un tour con la partecipazione di 9 blogger sulle orme del fenicottero rosa

Margherita al centro di un tour con la partecipazione di 9 blogger sulle orme del fenicottero rosa

Lodispoto: «Favorire la creazione di una offerta turistica destagionalizzata»

Il Comune di Margherita di Savoia, avendo aderito al bando della Regione Puglia finalizzato alla organizzazione di iniziative ed ospitalità di giornalisti e opinion leader, tese ad una maggiore conoscenza del territorio e dei suoi attrattori materiali ed immateriali, ospiterà nove operatori del settore dell’informazione fra giornalisti, blogger e fotoreporter nel periodo compreso tra venerdì 7 e martedì 11 dicembre. L’iniziativa, finanziata dal Programma Operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 (“Attrattori culturali, naturali e turismo”), ha visto il Comune di Margherita di Savoia accedere ad uno stanziamento pari ad Euro 14.542.

L’iniziativa propone un educational press/blog tour che si svilupperà nell’arco di cinque giorni durante l’ormai vicino Ponte dell’Immacolata: il tour, denominato “Sulle orme del fenicottero rosa”, si terrà in concomitanza con il Feni Day, Giornata del Fenicottero, in programma l’8 dicembre. Il progetto si propone di valorizzare e far conoscere la Riserva Naturale della Salina di Margherita di Savoia e far scoprire il ricco patrimonio di biodiversità che la caratterizza. In particolare, in occasione del Feni Day, sarà dato ampio risalto alla presenza del Fenicottero Rosa che è ormai da molti anni il simbolo della Salina di Margherita di Savoia. Il tour intende inoltre promuovere una proposta integrata di turismo sostenibile ed orientato al benessere psicofisico, favorendo la conoscenza del processo di produzione del sale marino e delle proprietà benefiche delle acque madri fino ad arrivare ai tradizionali percorsi termali.

Il programma si svilupperà come detto su cinque giorni, dal 7 all’11 dicembre: i partecipanti alloggeranno nelle strutture ricettive di Margherita di Savoia per quattro pernottamenti e nel loro tour visiteranno anche altre località dell’itinerario della Puglia Imperiale e cioè Barletta, Trani ed Andria con le loro suggestive bellezze. Previste inoltre escursioni e visite guidate con la supervisione di guide turistiche abilitate, attività di bird watching in Zona Umida, visite nelle aziende agroalimentari del territorio con degustazione delle eccellenze enogastronomiche.

Il Feni Day, o Giornata del Fenicottero, viene organizzata in Italia sin dalla fine degli anni Novanta: quest’anno l’organizzazione è toccata alla Società Cooperativa di Comunità Margherita Impresa Sociale. La giornata sarà dedicata al censimento del Fenicottero Rosa per poter acquisire un dato certo sulla loro consistenza numerica e celebrare, contestualmente, questa specie avifaunistica divenuta simbolo del nostro territorio. L’evento, aperto a tutti, vedrà i partecipanti suddivisi in squadre da cinque componenti ciascuna: la squadra che, attraverso gli appositi strumenti utilizzati per il censimento dell’avifauna, individuerà il maggior numero di esemplari si aggiudicherà il premio Feni Day Salina di Margherita di Savoia 2018.

«L’obiettivo del nostro progetto – dichiara il Sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto – è favorire la creazione di una offerta turistica destagionalizzata che permetta ai turisti di vivere la natura e la cultura dei luoghi provando esperienze uniche. Con questo progetto intendiamo dotarci anche degli strumenti necessari per la promozione e la commercializzazione delle peculiarità del nostro territorio avvalendoci dei mezzi di comunicazione on line e dei social network. Il progetto si inserisce infatti in una più ampia strategia di sviluppo da parte dell’amministrazione comunale che sin dal nostro insediamento, grazie all’impegno dell’assessore Grazia Galiotta, punta al turismo come leva per la crescita economica della nostra comunità. Prevediamo che questa iniziativa comporterà maggiore visibilità del patrimonio materiale ed immateriale del nostro territorio, un aumento di presenze turistiche anche nei periodi di bassa stagione, una maggiore collaborazione tra pubblico e privato, un miglioramento dei servizi turistici ed un incremento dell’occupazione locale grazie alla destagionalizzazione dei flussi e all’incentivazione di un turismo di qualità».