Consegnati gli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica in zona Regina

Taglio del nastro con il Sindaco Lodispoto e benedizione degli ambienti

benedizioneIn un clima di festa e grande partecipazione ha avuto luogo la consegna degli alloggi realizzati in regime di edilizia popolare in Zona Regina alla Via Afan de Rivera: l’atto conclude felicemente un lungo iter amministrativo che risolve in via definitiva la situazione di disagio abitativo per nove nuclei familiari.

È stato il Sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto, a ripercorrere le tappe della vicenda: «In questo giorno felice per la comunità salinara mi corre l’obbligo di ringraziare per la fondamentale collaborazione e per la sensibilità dimostrata il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, purtroppo oggi assente per impegni istituzionali nella Capitale, l’assessore regionale alle Politiche Abitative Alfonsino Pisicchio, il consigliere regionale Filippo Caracciolo che si conferma un prezioso punto di riferimento per tutto il territorio, l’amministratore unico dell’Arca Capitanata Donato Pascarella e tutto lo staff tecnico nonché l’impresa Epifani Costruzioni di Novoli per l’eccellente lavoro: la consegna di questi immobili rappresenta una dimostrazione di quello che si può realizzare quando c’è sinergia fra soggetti istituzionali. Se oggi siamo riusciti a consegnare questi alloggi, infatti, lo si deve alla solerzia con cui ci siamo adoperati per sanare l’incongruenza commessa a suo tempo quando il Comune assegnò erroneamente il suolo per l’edificazione dello stabile su superficie demaniale: abbiamo lavorato sodo perché il nostro Ente acquisisse la titolarità dell’area nel minor tempo possibile ed ora la vicenda può dirsi conclusa per nove famiglie, ma non dobbiamo dimenticare quanti sono alle prese con lo stesso problema. Ai titolari degli alloggi rivenienti dal fallimento ex Sicel chiedo di pazientare ancora un po’ per i necessari tempi tecnici relativi agli adempimenti formali e dico loro di stare tranquilli perché ormai la casa non potrà più togliergliela nessuno; rivolgo inoltre un appello per venire incontro alle esigenze di chi è rimasto escluso e di chi vive tuttora in situazioni di grave emergenza abitativa. Operare nell’ambito del sociale è importantissimo e posso sottolineare con orgoglio che l’ultima volta in cui sono state consegnate case popolari nel nostro paese è stato 33 anni fa, quando ho ricevuto per la prima volta l’incarico di Sindaco: ora, a distanza di molto tempo, la situazione si è sbloccata ma rimane l’impegno ad intervenire per permettere alle nostre famiglie, soprattutto quelle in situazioni di fragilità, di vivere serenamente».