Inaugurato a Margherita di Savoia il “Giardino dei diritti dell’ambiente”

A cura del Coordinamento donne dello Spi Cgil della città

Inaugurato, a Margherita di Savoia, nello spazio prospicente l’anfiteatro Giuseppe Piazzolla il “Giardino dei diritti dell’ambiente”, voluto dal Coordinamento donne dello Spi Cgil della città delle saline, nell’ambito della campagna regionale del sindacato dei pensionati “Piantiamo il futuro – dagli anziani 1000 alberi per l’ambiente”.

Durante la cerimonia, presieduta dalla segretaria regionale dello Spi Puglia Antonella Cazzato, sono stati messi a dimora 20 ulivi e posizionati quattro pannelli didattici che ricordano le principali norme ambientali. Nell’iniziativa sono stati coinvolti gli studenti del liceo scientifico e dell’istituto alberghiero “Aldo Moro” e della scuola media “Giovanni Pascoli”.

«L’ottimismo è la strategia per un futuro migliore. Perché se non credi che il futuro possa essere migliore è improbabile che tu ti faccia avanti e ti assuma la responsabilità di cambiare le cose. Se dai per scontato che non c’è speranza, ti garantisci che non ci sarà speranza. Se invece pensi che ci sia una spinta istintiva alla libertà, c’è la possibilità di cambiare le cose e che tu contribuisca a migliorare il mondo. La scelta è tua». Con questa citazione di Chomsky la segretaria regionale dello Spi Puglia Antonella Cazzato ha chiuso l’incontro con i giovani nell’atrio del Comune di Margherita di savoia per la cerimonia di inaugurazione del Giardino dei diritti dell’ambiente.

Sempre a Margherita di Savoia, lo Spi Cgil Bat ha messo a dimora simbolicamente anche 10 ulivi nei terreni della parrocchia di San Pio nei quartieri periferici di nuova costruzione di Isola Verde – Città Giardino.

Lascia un Commento