Si terrà giovedì 13 agosto presso l’anfiteatro comunale “G. Piazzolla” con inizio alle 20.30 l’attesa presentazione del libro “Margherita di Savoia, storia di una comunità nella prima metà del Novecento”. Il volume, scritto a più mani da un pool di studiosi locali coordinato dal Prof. Saverio Russo, si pone come ideale prosecuzione del lavoro avviato nel 2003 con l’opera dal titolo “Da Reali Saline a Margherita di Savoia: storia di una comunità nell’Ottocento”.

Il progetto, messo a punto due anni fa in un clima di rinnovata attenzione dell’Amministrazione Comunale per la cultura, ha impegnato gli autori in una appassionata ricerca negli archivi pubblici e presso altri depositi di documentazione, fondi librari ed emeroteche conservate in biblioteche e musei pubblici o disponibili in rete: un lavoro caratterizzato da un forte spirito di collaborazione da parte degli autori e che ha prodotto una multiforme analisi sulla vita cittadina nella prima metà del XX Secolo, periodo che ha gettato le basi per quelli che sarebbero stati, nei decenni successivi, i destini della comunità salinara sul piano socio-economico, politico e culturale.

Il pool di autori guidato dal Prof. Saverio Russo, Ordinario di Storia Moderna presso l’Università degli Studi di Foggia nonché presidente regionale del FAI (Fondo Ambiente Italiano) per la Puglia, comprende i nomi di Dino Barra, Giuseppe Castiglione, Michele Distaso, Emanuela Lopez, Franco Lopez, Vincenzo Gambatesa, Antonio Riondino, Enzo Russo, Giovanni Schiavulli, Carlo Tavani e Domenico Zeno. La premessa è uno scritto postumo del Prof. Franco Damiani, scomparso prematuramente nel 2006. Il volume, pubblicato da Claudio Grenzi Editore, sarà presentato dal Prof. Antonio Brusa, già docente di Didattica della storia. presso l’Università degli Studi di Bari. La serata si concluderà con l’esecuzione di alcuni brani della tradizione popolare salinara.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Margherita di Savoia. «Una collettività che non tutela la memoria delle proprie radici – dichiara il Sindaco, avv. Bernardo Lodispoto – non ha futuro: ciò che siamo noi salinari oggi è il frutto del lavoro degli uomini e delle donne che ci hanno preceduto. Ricordare con riconoscenza i sacrifici e le lotte di un popolo umile ma al tempo stesso orgoglioso della propria identità è un dovere che avvertiamo non solo come amministratori pubblici ma soprattutto come cittadini salinari. Il mio ringraziamento va agli autori di questo prezioso volume ed al consigliere delegato alla Cultura Mario Braccia per il sostegno dato all’iniziativa».