Inizieranno lunedì 24 gennaio i lavori per la realizzazione del nuovo Centro Comunale di Raccolta dei rifiuti urbani situato in località Zona Torretta.

Il nuovo centro, realizzato secondo le nuove linee guida ambientali europee, consentirà ai cittadini di Margherita di Savoia di poter conferire direttamente i propri rifiuti differenziati (frazione organica, carta, cartone, plastica, apparecchiature elettriche ed elettroniche, rifiuti urbani pericolosi quali ad esempio vernici e solventi, bombolette spray, pile e batterie esauste, farmaci scaduti, cartucce d’inchiostro e toner). All’interno della struttura sono stati predisposti diversi percorsi di conferimento assistito in base al tipo di utenza.

Attraverso uno specifico software si consentirà la pesatura e la tracciabilità del rifiuto e quindi sarà possibile anche premiare i cittadini virtuosi che conferiranno direttamente i rifiuti presso il centro. È stata prevista inoltre la fornitura di due eco-isole mobili che saranno a servizio della cittadinanza nei periodi di alta intensità abitativa. All’interno dell’area è previsto uno spazio verde, che funge da collegamento fra il tessuto urbano ed il centro raccolta.

Il Sindaco di Margherita di Savoia, Avv. Bernardo Lodispoto, spiega: «La portata innovativa di questo centro è data dalla presenza di un’area prevenzione rifiuti: nello specifico si tratta di aree che svolgono un servizio essenziale per prolungare il ciclo vitale di un vasto numero di prodotti di consumo e dunque riducono l’impatto nella produzione totale dei rifiuti. Quest’area consentirà ai cittadini di poter conferire beni che non intendono più usare e che sarebbero quindi destinati a diventare rifiuti ma che risultano ancora funzionalmente validi e pertanto possono essere messi a disposizione di famiglie meno abbienti a costo zero. L’intervento è interamente finanziato per un importo di Euro 450.000,00 dalla Regione Puglia tramite l’avviso POR Puglia 2014-2020 asse VI azione 6.1 relativo agli interventi per l’ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani. Prima dell’estate, infine, partirà il nuovo servizio di raccolta porta a porta sotto l’egida dell’ARO BT3. Crediamo che questi possano essere ulteriori passi in avanti verso l’obiettivo di una città più pulita e, cosa non meno importante, solidale. Aver avuto accesso a questo finanziamento dimostra ancora una volta che le chiacchiere da marciapiede o da social network non ci interessano, perché come sempre contano i fatti».