Sono stati ultimati e consegnati i lavori relativi al sistema di collettamento e riutilizzo in agricoltura delle acque reflue urbane a servizio del Comune di Margherita di Savoia, in particolare a beneficio degli arenili situati in Zona Orno lungo la fascia costiera a nord dell’abitato: l’opera, finanziata per un importo complessivo di 900mila euro attraverso i fondi del Patto per la Puglia FSC 2014-2020, è stata realizzata dall’impresa Murgo Michelangelo srl di Manfredonia.

«Si tratta di un’opera di fondamentale importanza per la nostra agricoltura – ha dichiarato il Sindaco di Margherita di Savoia, avv. Bernardo Lodispoto, che aggiunge – Per la prima volta nella storia del nostro paese si è provveduto in maniera definitiva e sistematica a risolvere l’antico problema della fornitura di acqua in favore degli arenaioli di Zona Orno. L’impianto era già operativo da qualche tempo ricevendo l’acqua da un altro collettore ed ora è stato reso perfettamente autonomo. Il problema della carenza di risorse idriche affliggeva i nostri agricoltori da oltre cinquant’anni ma la nostra amministrazione lo ha affrontato con determinazione, grazie all’impegno dell’assessore Salvatore Piazzolla, risolvendolo una volta per tutte. Per una singolare coincidenza l’ultimazione dell’opera giunge proprio in un momento in cui la siccità rende il problema dell’approvvigionamento idrico ancora più grave. Il mio ringraziamento va alla Regione Puglia, e in modo particolare al consigliere regionale Filippo Caracciolo, per la preziosa sinergia istituzionale nonché ai tecnici del Consorzio per la Bonifica di Capitanata nella persona del direttore dei lavori ing. Nicola Scattarelli e all’impresa Murgo per l’esecuzione dei lavori. Ancora un impegno mantenuto dalla nostra amministrazione comunale. Ancora una volta sono i fatti a contare!».