Un viaggio tra i sapori della terra e il fascino del cielo sfiorato con le mongolfiere: sarà un evento decisamente fuori dal comune la rassegna “Cipolla in festa: tra cielo e terra”, che si terrà il 19, 21, 22, 23 giugno.

La manifestazione, organizzata dal Consorzio di Tutela e Valorizzazione della Cipolla Bianca di Margherita IGP in collaborazione con l’amministrazione comunale, è patrocinata dalla Regione Puglia e si avvale del sostegno dalla Pro Loco. L’evento è stato presentato in conferenza stampa, alla presenza del vice sindaco Salvatore Piazzolla, assessore alle politiche agricole, dell’assessore al turismo Francesca Santobuono, del presidente del Consorzio Giuseppe Castiglione e del presidente della Pro Loco Gaetano Dipace.

Il programma è ricco di attività, studiate nel segno di gusto, cultura e divertimento: protagonista assoluta è la Cipolla Bianca IGP. Grande attesa per l’arrivo delle mongolfiere per la prima volta a Margherita di Savoia. Il Balloon Team Italia è pronto per far vivere gratuitamente un’esperienza di volo ancorato a chiunque voglia provarla: lo spazio destinato ad accoglierle è la spiaggia libera davanti al Belvedere “Rosa dei Venti” sabato 22 e domenica 23 giugno. Visite guidate, degustazioni di prodotti tipici, laboratori didattici, mostre fotografiche, eventi culturali e tanto altro arricchiscono un programma pensato per grandi e piccini.

Il Sindaco avv. Bernardo Lodispoto evidenzia il ruolo dell’amministrazione comunale nella promozione delle produzioni tipiche di Margherita di Savoia: «Attraverso la partnership con la Regione Puglia abbiamo garantito grande visibilità ai prodotti dei nostri arenili ottenendo nel dicembre dell’anno scorso l’istituzione di un presidio Slow Food per la Cipolla Rossa delle Saline. Sin dal 2019 abbiamo organizzato rassegne sul nostro territorio dedicate alla Cipolla Bianca di Margherita IGP. Attraverso l’ampliamento delle reti idriche e la realizzazione dell’impianto di irrigazione in Zona Orno per il riuso delle acque reflue abbiamo realizzato un intervento atteso da oltre 50 anni. Possiamo affermare con orgoglio che nessuna amministrazione ha saputo fare altrettanto per la nostra agricoltura».