Festa dell’albero, adulti e bambini insieme per la tutela dell’ambiente e della natura

Il Sindaco Lodispoto: «È stato un momento bellissimo»

Comune di Margherita di Savoia ed istituzioni scolastiche insieme per promuovere il rispetto per la natura, la tutela dell’ambiente e la salvaguardia del nostro ecosistema stimolando al tempo stesso una rinnovata sensibilità verso l’ecologia e l’agricoltura partendo dai bambini, adulti di domani.

La Festa dell’Albero 2018 nell’orto e nel paese, promossa in collaborazione tra amministrazione comunale, Istituto Comprensivo Giovanni XXIII – Pascoli e la cooperativa di comunità “Margherita”, ha voluto veicolare questi obiettivi portando un gran numero di alunni delle scuole primarie a sperimentare con le loro mani la bellezza di veder piantare o crescere i prodotti della terra.

La cerimonia è partita nel giardino antistante il Palazzo di Città, dove sono stati piantati degli alberi di acero da alcuni bambini delle prime e seconde classi alla presenza del Sindaco di Margherita di Savoia avv. Bernardo Lodispoto e degli assessori. La scienza si è poi spostata presso l’orto botanico della scuola, dove le prime classi hanno in pratica ricevuto la loro iniziazione alla pratica agricola attraverso la semina sotto la attenta supervisione dei più esperti alunni della V E, fondatori dell’orto botanico, e dell’insegnante referente Francesca Bellafronte. Tutte le altre classi hanno poi partecipato alla piantumazione di 15 alberi che il Comune di Margherita di Savoia ha predisposto lungo Via Mazzini e Via Labriola.

«È stato un momento bellissimo grazie alla presenza e alla partecipazione di tanti bambini, che crediamo di avere invogliato a proseguire un percorso di educazione ambientale orientato al rispetto della natura», dichiara il Sindaco Lodispoto. «Voglio ringraziare per la sensibilità dimostrata e per la preziosa collaborazione il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII – Pascoli”, la cooperativa di comunità “Margherita”, gli assessori Grazia Galiotta e Salvatore Piazzolla ed il consigliere delegato Mario Braccia: esempi come quello di oggi lasciano ben sperare nel futuro!».